Il Louvre, il museo più visitato al mondo 1/3

 

GRANDI MUSEI IN EUROPA

Il Museo del Louvre di Parigi, è uno dei più famosi musei al mondo. È anche il più visitato. Ogni anno, conta circa 8,8 milioni di ingressi. Il Louvre è così famoso quanto alcune opere d’arte in esso esposte (e viceversa), come, ad esempio: la Gioconda, la Vergine delle Rocce di Leonardo da Vinci, Il giuramento degli Orazi di Jacques-Louis David, La Libertà che guida il popolo di Eugène Delacroix, la Venere di Miloe la Nike di Samotracia.

 

Planimetria del Louvre


Il Palazzo del Louvre

L’edificio del museo, del XII secolo, fu costruito sotto Filippo II e si trova sulla “rive droite”, oggi tra la Senna e Rue de Rivoli. Ha, infatti, un’origine così antica da superare in storia molte delle opere in esso custodite. La costruzione iniziale risale ad un periodo tra il 1190 e il 1202, e originariamente si trattava di una fortezza, necessaria alla difesa di Parigi dalle incursioni normanne. Alcune fonti del periodo citano una “Nuova Torre” collocata nella posizione del palazzo del Louvre. Si desume che sul luogo sorgesse una “Vecchia Torre”. Da ricerche effettuate, resti di tale torre originaria sono situati nelle fondamenta dell’angolo sud-orientale dell’edificio. La fortezza, ampliata in seguito, fu irrobustita da un muro difensivo, nel 1358, sotto Carlo V, che la trasformò nella sua residenza reale. I re successivi la utilizzarono, invece, come prigione.

Nel Cinquecento, tra il governo di Luigi IX e quello di Francesco I, furono realizzati cambiamenti significativi. Il primo, fece costruire una prigione sotterranea. Il secondo, un edificio adiacente. Inoltre, fu proprio Francesco I che, a metà del XVI secolo, chiamò l’architetto Pierre Lescot, per redigere un progetto di ricostruzione. Francesco I morì nel 1547. Il successore Enrico II fece ultimare il progetto, in particolare le ali occidentale e meridionale. La decorazione interna fu arricchita dai bassorilievi di Jean Goujon. Con i rinnovamenti la costruzione perse il carattere di fortezza e acquisì quello di palazzo. Non ancora soddisfatto, nel 1594, il re Enrico IV, ordinò di unire l’edificio del Louvre con il Palazzo delle Tuileries, edificato da Caterina de’ Medici. Il palazzo, che ne risultò, era, probabilmente, il più lungo mai costruito in quell’epoca.

L’edificio a corte, la Cour Carrée, nacque con un progetto di Jacques Lemerciere, del 1624, e con l’opera dell’architetto Louis Le Vau (che edificò poi Versailles). Inizialmente il palazzo si presentava a due piani, ai quali fu aggiunto un piano rialzato. La corte interna quadruplicò la sua area. Le costruzioni furono portate avanti sotto i regni di Luigi XIII e Luigi XIV (il re Sole). Quando quest’ultimo fece costruire Versailles, e andò a risiedervi con gran parte della corte, i lavori al Palazzo del Louvre si fermarono. Nel Settecento, Luigi XV decise di trasformarlo in un museo. I lavori di trasformazione, tuttavia, non procedettero alacremente.

 

Home

About the author: Redazione Experiences