Il museo di Palazzo Abatellis a Palermo 1/2


Il Palazzo Abatellis, detto anche Palazzo Patella, è un edificio storico del XV secolo, posto in via Alloro, nel famoso quartiere della Kalsa di Palermo. In esso trova luogo l’omonima Galleria Regionale. L’edificio, fu costruito nel Quattrocento, in stle gotico-catalano, su progetto di Matteo Carnilivari, che in quel periodo lavorava a Palermo, edificando anche palazzo Aiutamicristo. Il proprietario dell’immobile era Francesco Abatellis, maestro Portulano del Regno. Non avendo figli, stilò un testamento dove il grande edificio, alla morte della moglie, passasse in proprietà ad un monastero di suore con il nome “di Santa Maria della Pietà”. Effettivamente, nel maggio 1526, vi venne a risiedere un gruppo di suore dell’ordine domenicano, giunte dal Monastero di Santa Caterina. Per ospitarle, il palazzo subì ingenti lavori di ristrutturazione per trasformarlo in convento, frazionandolo in celle e corridoi con il rifacimento delle finestre. Fu denominato “Monastero del Portulano”. Per il corretto funzionamento dell’istituto, mancava, però, una cappella per pregare. La costruzione fu manomessa con la costruzione di una piccola chiesa posta sul lato sinistro del palazzo. Ebbe il nome di “Chiesa di S. Maria della Pietà”.
Nel Seicento fu edificata sul lotto una nuova chiesa, molto più grande, ma con uguale nome, con ingresso su via Butera (si può ammirarla tuttora). La vecchia chiesetta finì per essere suddivisa in più vani e messa, sull’abside, in comunicazione col convento. Vi fu ricavato un parlatorio e alcuni magazzini.

Home

 

About the author: Redazione Experiences