I Borghi rivivono con progetti interdisciplinari

 

Una panoramica di Massa San Nicola a Messina, uno dei tipici “borghi fantasma” italiani

 

«I nuclei storici hanno l’assoluta necessità di essere valorizzati, promossi, fruiti, salvaguardati e conservati». Così afferma l’architetto Carmelo Celona che, partendo dalle esperienze maturate a Messina nella riqualificazione dei Borghi storici, sta applicando in Sicilia il modello d’intervento elaborato  e anche in altre regioni italiane, come Marche, Puglia, Lazio e Toscana. «Si deve restituire al presente la loro storica complessità urbana. Affinché questa restituzione risulti concretamente efficace, non bisogna operare per singoli organismi architettonici, ma per interventi complessivi attivati sull’intero organismo urbano. La valorizzazione dei nuclei storici va attuata attraverso una riabilitazione degli spazi urbani e degli elementi in esso contenuti, operando un progetto di Ri.U.So. inteso come Riabilitazione Urbana Sostenibile».

Su questo argomento l’architetto Celona ha scritto, ma ha anche parlato in numerosi convegni e workshop. BLOGROLL ha scelto un suo intervento alla radio nazionale “Articolo1”, quotidiano radiofonico della CGIL. Nell’intervista rilasciata per la rubrica “Senioradio”, si è soffermato su come rivitalizzare gli antichi borghi oggi abitati da una popolazione costituita prevalentemente da anziani. È possibile una nuova e sistematica funzionalizzazione, che superando proposte anacronistiche, trasformi questi organismi urbani in duraturi attrattori antropici? Ascoltiamolo dalla sua stessa voce.

L’ARCHITETTO CARMELO CELONA PARLA DEI BORGHI STORICI E SU COME SIA POSSIBILE RIVITALIZZARLI


About the author: Redazione Experiences