Cinque cose vere al tempo delle bufale

 

Evoluzione, omeopatia, global warming, UFO, vaccini. Sono fatti e non teorie, perché sono problematiche sostenute da prove consolidate. Questo, almeno, stando a quanto scrivono cinque studiosi sull’edizione italiana de “Le Scienze”, riguardo a temi di grande attualità. Naturalmente, ci sarà sempre qualcuno (ed anche più di uno) che sosterrà il contrario, perché alle prove consolidate e verificate in campo scientifico risponderà con delle controprove altrettanto scientifiche, giacché ci sono sempre degli scienziati nei contrapposti schieramenti. A noi piace, sempre e comunque, il dibattito fra scienziati. C’era chi un tempo sosteneva che la terra fosse piatta, salvo poi scoprire, che è rotonda. Ma oggi tornano a dire che si può provare che la terra è stata sempre piatta e le foto satellitari sono truccate. Il problema è che bufale, come questa portata ad esempio, sono proposte all’attenzione degli sprovveduti da individui che con gli scienziati non hanno niente a che fare. Persone talmente poco credibili da irrorare di scarsa credibilità qualsiasi cosa di cui discutono. Non rimane che ricordare William- Shakespeare, quando scriveva: “Il discernimento è la parte migliore del valore”.

PER OTTIMIZZARE LA LETTURA, UTILIZZATE LA VISIONE A TUTTO SCHERMO CON IL TASTO FULLSCREEN 

 

 

About the author: Redazione Experiences