Da sfogliare in biblioteca – Antoni Gaudí e la Sagrada Família 1/2

Continuiamo a sfogliare libri in Biblioteca, prima di riprendere gli appuntamenti periodici con L’arte del Novecento. Questa volta dedichiamo l’attenzione alla Sagrada Família dell’architetto catalano Antoni Gaudí. Cominciamo con l’estratto da un libro che raccoglie le migliori immagini del primo secolo di storia di questo edificio monumentale. Attraverso gli occhi di fotografi come Ballell, Mas, […]

Da sfogliare in biblioteca – Alphonse M. Mucha

Prima di riprendere L’arte del Novecento, proviamo a riempirci gli occhi, a spaziare con la mente, su quanto abbiamo già osservato e facciamolo attraverso alcune letture di ampio respiro. Questa volta sfogliamo le pagine che riguardano “Il padre dell’Art Nouveau”, Alphonse Maria Mucha, così è considerato nell’immaginario collettivo. Certo non è il più rappresentativo, ma […]

Fabio Benzi – Il Futurismo

Scrivere oggi un libro sul futurismo è forse uno degli sforzi più complessi che uno storico dell’arte possa affrontare. Richiede infatti di compulsare un numero infinito di fonti, di interpretazioni, di contributi, che oltretutto si intrecciano a documenti epistolari (non sempre pubblicati o correttamente interpretati, e comunque sparsi in archivi e articoli innumerevoli) nelle cui […]

Da sfogliare in biblioteca – Art Nouveau

Libri da riprendere in mano, da leggere, ma anche semplicemente da sfogliare, lasciando da parte i ricordi dell’estate trascorsa e cominciando a riassaporare pigramente le letture che ci impegneranno in autunno e in inverno, per ragioni di lavoro o di studio o semplicemente per passione. Prima di riprendere L’arte del Novecento, proviamo perciò a riempirci […]

Paola Scala – Elogio della mediocritas

In un mondo caratterizzato da una innaturale, esagerata relazione tra ogni cosa, ha ancora senso parlare di misura in architettura? Se sì, quali e quanti significati è possibile individuare per questo termine nell’epoca della “sproporzione”? L’uomo domina (ancora) il mondo con l’arte del misurare o invece ha trovato nuovi modi per organizzare lo spazio? Gestire […]

Marco Stigliano – Modernità d’esportazione. Costruire nei territori italiani d’oltremare

Il lavoro si propone di evidenziare come il viaggio (quale che ne sia la sua origine, dallo studio, al lavoro, al diletto), imprima nella memoria del viaggiatore un ricordo – non sempre necessariamente veritiero e certo – ma al contrario profondamente contrassegnato dalla propria sensibilità, formazione, provenienza. Dai taccuini di schizzi che vengono a posteriori […]

Chiara Devoti – Viaggiare, ricordare, narrare e rappresentare

Il lavoro si propone di evidenziare come il viaggio (quale che ne sia la sua origine, dallo studio, al lavoro, al diletto), imprima nella memoria del viaggiatore un ricordo – non sempre necessariamente veritiero e certo – ma al contrario profondamente contrassegnato dalla propria sensibilità, formazione, provenienza. Dai taccuini di schizzi che vengono a posteriori […]

Zeila Tesoriere – Atlante Nuovo Edificio Pubblico

Genealogia breve, introduttiva ad una nuova idea di edificio pubblico. Si leggono gli inizi sparsi di trasformazioni progressive che oggi vanno condensate in nuovi edifici, in cui pubblico e privato superino un secolare antagonismo per attivare nuove capacità di esercizio, gestione, manutenzione, trasformazione delle architetture. Ridisegnati dagli studenti del mio Laboratorio IV di progettazione architettonica […]

Francesco Vitale – Note su Jacques Derrida, architettura e decostruzione

«L’interesse per l’architettura occupa un lasso di tempo ben definito nell’opera di Jacques Derrida. Almeno ad un primo sguardo. Da Labirinth und Architextur del 1984 a Talking about Writing del1993, poco meno di dieci anni, nel corso dei quali però l’attività è molto intensa: Derrida è tra i promotori della collaborazione tra l’allora nascente Collège […]