Il recupero di un importante centro di vita cittadina

 

La Galleria Vittorio Emanuele III di Messina è un monumento, frutto della sensibilità compositiva dell’ingegnere Camillo Puglisi Allegra, il cui progetto realizzato fra il 1925 e il 1929 è ispirato ad una delle correnti artistiche del primo Novecento, ovvero l’Art Déco. È, perciò, un oggetto della memoria collettiva e nel suo insieme appartiene alla città prima che ai singoli proprietari, perché della città rappresenta un pezzo di storia della ricostruzione. Questo prestigioso edificio è, infatti, uno degli elementi più significativi del patrimonio culturale della città, tanto da rientrare fra quelli sottoposti alle prescrizioni del “Codice dei beni culturali e del paesaggio”. Per questo motivo Experiences collabora con il Servizio Valorizzazione del Patrimonio Culturale del Comune di Messina.

Dopo i meticolosi lavori di restauro, che tra il 1999 e il 2005 hanno restituito al suo pieno splendore quello che tutti hanno sempre definito «il salotto buono della città», oggi a distanza di appena dieci anni, bisogna intervenire di nuovo. La spinta positiva è scemata con la conclusione dei lavori, come se lo scopo fosse stato raggiunto, e l’idea della necessaria valorizzazione è sfumata nell’indifferenza. Sono seguiti anni di vandalismo che hanno azzerato quanto di buono era stato compiuto.

Oggi, prima di tornare a riaprire un nuovo cantiere per riscattare quello che era già stato riscattato, è stato elaborato un progetto di massima e redatta la “Disciplina generale di attuazione per la riabilitazione, la valorizzazione e la tutela della Galleria Vittorio Emanuele III”. Al primo posto è una condizione di fondo: la valorizzazione è parte integrante del programma di recupero. In tal caso “dare valore” non significa soltanto limitarsi a tutela e conservazione, ma innescare un processo gestionale di questo luogo prestigioso. Si è proposto alla cittadinanza e agli operatori economici un “progetto partecipato”, perché solo con la condivisione concreta sarà possibile un riscatto dal deterioramento, attraverso dispositivi opportuni che ne attivino la riabilitazione, sia formale che funzionale.

logo4