Roma, Palazzo Bonaparte: la mostra su “ESCHER” chiude a oltre 260mila visitatori

Allestimento della mostra a Palazzo Bonaparte di Roma
Chiude con oltre 260mila visitatori la grande mostra
“ESCHER”!

La più grande monografica mai realizzata sull’artista e genio olandese, organizzata in occasione dei 100 anni dal suo trasferimento nella Capitale nel 1923, ha conquistato tutti ed Escher si conferma, ancora una volta, come uno degli artisti più amati al mondo.

263.584 mila visitatori.
Oltre 4.800 gruppi di cui più di 3.400 gruppi scuola per circa 80.000 biglietti per studenti.
Più di 3.200 visite guidate per gruppi di adulti, ragazzi e bambini e per visitatori singoli su aggregazione.

Il mito di Escher continua a crescere e i numeri ne sono la riprova di un successo tutto in ascesa.

È questo l’epilogo della più grande monografica mai dedicata all’artista olandese che si è conclusa ieri domenica 5 maggio.

Una mostra-omaggio con cui Arthemisia ha voluto ricordare a Palazzo Bonaparte di Roma il centenario dal trasferimento di Escher proprio nella Capitale, dove visse fino al 1935.

Escher rappresenta un unicum nella storia dell’arte. Olandese inquieto, riservato e indubbiamente geniale, Escher è l’artista che, con le sue incisioni e litografie, ha avuto e continua ad avere la capacità unica di trasportarci in un mondo immaginifico e impossibile, dove si mescolano arte, matematica, scienza, fisica e design, divenendo fonte di ispirazione per tantissimi artisti contemporanei.

La mostra, col patrocinio della Regione Lazio, del Comune di Roma – Assessorato alla Cultura e dell’Ambasciata e Consolato Generale del Regno dei Paesi Bassi, è stata prodotta e organizzata da Arthemisia in collaborazione con la M. C. Escher Foundation e Maurits ed è stata curata da Federico Giudiceandrea – uno dei più importanti esperti di Escher al mondo – e Mark Veldhuysen, CEO della M.C. Escher Company.
La mostra ha visto come sponsorGenerali Valore Culturaspecial partnerRicolamobility partnerAtac e Frecciarossa Treno Ufficialemedia partner la Repubblica e Urban VisionpartnerMercato Centrale Roma, hospitality partnerHotel de Russie Hotel de la Ville e charity partnerKomen Italia.


Se una persona usa la grafica come mezzo espressivo fin dalla giovinezza; se per molti anni crea immagini impiegando invariabilmente strumenti come matrici di legno, lastre di rame e pietre litografiche, oltre al torchio, all’inchiostro e a ogni tipo di carta per la stampa, alla fine questa tecnica diventa la sua seconda natura. Ovviamente, la tecnica stessa doveva essere la cosa più importante per questa persona, almeno all’inizio della sua carriera di artista grafico, altrimenti non avrebbe preso quella direzione.

Nel corso degli anni dovrà continuare a usare il medium prescelto con instancabile entusiasmo e senza dubbio lotterà tutta la vita per acquisire una competenza tecnica che non gli apparterrà mai completamente. Al tempo stesso, tutta questa tecnica è solo un mezzo, non un fine in sé. L’obiettivo che sta perseguendo è qualcosa di diverso da una stampa perfettamente eseguita. Il suo scopo è raffigurare sogni, idee o problemi in modo tale che altre persone possano osservarli e rifletterci sopra.

L’illusione che l’artista desidera creare è soggettiva e molto più importante dei mezzi fisici oggettivi con cui cerca di crearla.

M.C. Escher, 16 novembre 1953

Questa mostra è interamente dedicata alla tecnica, alla bellezza, alle illusioni e ai sogni di uno tra i più celebri artisti grafici del mondo. Xilografie, xilografie di testa, litografie, linoleografie e mezzetinte: tutto quello che vedrete è stato realizzato a mano dall’artista, poiché all’epoca di Escher i computer non esistevano.
Queste stampe sono la testimonianza della passione di una vita, e ancora oggi procurano immensa gioia a chi le osserva!



Date al pubblico
31 ottobre 2023 – PROROGATA FINO AL 5 MAGGIO

Sito
www.mostraescher.it
www.mostrepalazzobonaparte.it
www.arthemisia.it

Social e Hashtag ufficiale
@arthemisiaarte
@mostrepalazzobonaparte

Ufficio stampa
Arthemisia
Salvatore Macaluso | sam@arthemisia.it
press@arthemisia.it | T. +39 06 6938030

Relazioni esterne Arthemisia
Camilla Talfani | ct@arthemisia.it

About the author: Experiences