TEFAF NEW YORK e le opere di punta dell’edizione 2024

The European Fine Art Foundation (TEFAF) è lieta di presentare le 37 opere di arte moderna e contemporanea, gioielleria, antiquariato e design in mostra in questo momento a TEFAF New York. Ospitata nell’iconica Park Avenue Armory, TEFAF New York ha aperto le sue porte con una giornata VIP solo su invito, e si conclude oggi 14 maggio.

Presented by Robilant+Voena
Alexander Calder
Composition, 1947
Oil on canvas
61 x 46 cm
Signed and dated ‘A.Calder ’47’

“Proprio come si possono comporre colori, o forme, così si possono comporre movimenti.” (Alexander Calder citato in: Alexander Calder: Performing Sculpture, catalogo della mostra, Londra, 2015, p. 24). Nonostante sia meglio conosciuto per le sue sculture cinetiche, spesso definite mobili dopo l’uso di questo termine da parte di Marcel Duchamp nel 1931, Calder creò anche dipinti e stampe per tutta la sua vita. Mentre alcuni dei suoi dipinti potrebbero essere visti come studi per successive opere tridimensionali o addirittura come base per le sue litografie che divennero sempre più popolari negli anni Quaranta e Cinquanta, questo dipinto a olio è un’opera d’arte a pieno titolo.

Sei forme attentamente bilanciate, tre forme nere e tre cerchi colorati, sono sospese su uno sfondo fluido composto da tre tonalità contrastanti che sono state lentamente graduate dall’artista per creare un’armonia complessiva. La posizione variabile delle forme solide suggerisce un movimento di rimbalzo o oscillazione, simile all’effetto ottenuto dalle sue delicate sculture mobili. Sebbene molte di queste forme, in particolare i cerchi, fossero comuni nella pratica litografica di Calder, quest’opera conserva una qualità decisamente pittorica, con pennellate visibili e passaggi di fusione evidenti soprattutto sullo sfondo. Questo è caratteristico dei suoi dipinti ad olio di questo periodo, visibile in opere come Seven Black, Red and Blue (!947, Calder Foundation, New York). Calder, da sempre artista intraprendente e adattabile, ha risposto alla carenza di metalli che di solito impiegava nelle sue sculture causata dal coinvolgimento degli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale, adattando la sua pratica, creando opere tridimensionali in legno e una maggiore numero di dipinti ad olio. Quest’opera risale ad un periodo particolarmente prolifico della vita dell’artista all’apice del suo successo; nel 1943 il Museum of Modern Art di New York allestisce un’importante retrospettiva dell’opera dell’artista e nel 1946 l’importante mostra alla Galerie Louis Carré di Parigi, organizzata da Marcel Duchamp e con un saggio in catalogo di Jean-Paul Sartre, consolidò la posizione di Calder come uno degli artisti più stimati non solo negli Stati Uniti, ma anche in Europa.

TEFAF NEW YORK 2024
New York, Park Avenue Armory
10 – 14 maggio 2024

Alla Fiera partecipano circa 90 tra le maggiori gallerie mondiali, provenienti da ben 15 nazioni e 4 continenti, con un’offerta di opere di qualità museale esaminate dagli esperti di ciascun settore. La varietà dei pezzi in mostra e gli altissimi standard dell’evento attirano a questo caposaldo dell’arte newyorchese un pubblico internazionale.

TEFAF New York è inoltre la sola fiera d’arte che si svolge nelle 16 sale storiche dell’Armory. Nel corso della Fiera, la Veterans Room – completata nel 1881 – ospiterà un ricco programma di conferenze di artisti, curatori, responsabili di musei, giornalisti e luminari circondati dalle opere di Louis Comfort Tiffany, Stanford White, e altri ancora.

Tutte le principali informazioni su TEFAF New York sono disponibili su www.TEFAF.com.



Ufficio stampa l’Italia
Studio ESSECI, Sergio Campagnolo
Contatto: Roberta Barbaro
roberta@studioesseci.net
www.studioesseci.net

About the author: Experiences