Venezia: Miguel Benasayag al Festival dei Matti 2024

Sabato 1° giugno alle ore 18.30, presso il Teatrino di Palazzo Grassi, all’interno del ciclo Writers in Conversation, si terrà un incontro con il filosofo e psicoanalista argentino Miguel BENASAYAG, che converserà con Anna Poma e Marina Cielo (Festival dei Matti). L’ingresso è libero.

Festival dei Matti
XIV edizione
PRIMAVERA NON BUSSA. Futuri ri-belli
30 maggio > 2 giugno 2024
Venezia

Questa iniziativa fa parte della XIV Edizione del Festival dei Matti, intitolata “PRIMAVERA NON BUSSA. Futuri ri-belli”,che si svolgerà dal 30 maggio al 2 giugno 2024. un’iniziativa culturale indipendente che dal 2009, a Venezia, si interroga sulla questione del rapporto tra follia e normalità, tra salute e sofferenza mentale.
Nell’anno in cui ricorre il centenario della nascita di Franco Basaglia,  vuole essere un auspicio e un antidoto a un tempo gravido di minacce, distruzioni, catastrofi ambientali, sopraffazioni, nuove e vecchie forme di esclusione, interpellando i versi dei poeti, le immagini di fotografi, registi, artisti, le parole delle scienze umane, la musica.

Oltre a Benasayag, Ken Loach, Ernesto Venturini,  i protagonisti dell’esperienza basagliana in Brasile, Ilaria Cucchi e l’Accademia della Folliasono alcuni degli ospiti della XIV Edizione del Festival dei Matti,  che  prevede incontri, proiezioni, laboratori e spettacoli che animeranno la laguna veneziana per quattro giorni, culminando in una danza collettiva che chiuderà il Festival in Campo San Samuele.

*Miguel Benasayag*, originario dell’Argentina, è un filosofo e psicoanalista che ha vissuto il carcere e la tortura sotto la dittatura del suo paese. Rifugiatosi in Francia dopo l’esperienza della guerriglia guevarista, oggi si occupa di problemi dell’infanzia e dell’adolescenza e dell’interazione tra tecnologia ed essere umano. Tra i fondatori e animatori del collettivo culturale «Malgré Tout», è autore di numerosi libri tradotti in italiano. Con Feltrinelli ha pubblicato “L’epoca delle passioni tristi” (con Gérard Schmit; 2004), “Contro il niente. Abc dell’impegno” (2005), “Elogio del conflitto” (con Angélique del Rey; 2008) e “Oltre le passioni tristi. Dalla solitudine contemporanea alla creazione condivisa” (2015). Con Vita e Pensiero ha pubblicato “La salute a ogni costo. Medicina e biopotere” (2010), “Funzionare o esistere?” (2018), “La tirannia dell’algoritmo” (2020), “Il ritorno dall’esilio” (2022). Per Jaka Book ha pubblicato: “La singolarità del vivente” (2021), “Malgrado tutto. Percorsi di vita” (2023), “Chat GPT non pensa (il cervello neppure)” (2024).



CONTATTI STAMPA 
Cristina Gatti 
press@cristinagatti.it

INFO FESTIVAL 
assofestivalmatti@libero.it 

About the author: Experiences