Venezia, Spazio Thetis: Metaverse Art Exhibition GENKI

KICKING OFF A NEW ERA

“The 1st Annual METAVERSE Art@Venice”

gEnki

A cura di Angelo Maggi e Fu Sen

27.04 > 23.11.2022

Spazio Thetis – Arsenale Nord, Venezia

Progetto Weak Entity Virtual Fashion series, Plant Planet, 2022, courtesy of the artists.

Genki, fa parte della prima edizione della rassegna “Annual METAVERSE Art @VENICE” ideata da Victoria LU, artista eccentrica, docente e forse la più nota nota critica d’arte del mondo artistico cinese, è ospitata nei cinquecenteschi edifici di Spazio Thetis all’Arsenale di Venezia nel periodo della Biennale Arte. 

L’esposizione si sviluppa attraverso un percorso di installazioni digitali, opere NFT legate alla blockchain, con performance su web, sfruttando le potenzialità della realtà virtuale ed è incentrata su un nuovo modello di “curatela autonoma decentralizzata”,.

Durante i sette mesi di esposizione, il numero di artisti presenti sia online che offline, arriverà a superare i 200, e diversi eventi si susseguiranno coinvolgendo numerosi artisti che popoleranno i metaversi, mondi virtuali paralleli, interagendo in tempo reale con Venezia da ogni parte del mondo.

Tra i numerosi artisti partecipanti citiamo: Fei Jun, docente universitario e artista che ha rappresentato la Cina all’edizione 2019 della Biennale Arte di Venezia; Popil, curatrice e designer di animazioni indipendente, progetto Animated Reality Metaverse Exhibition;  A-Duo, cantante e artista musicale; Zhao Xiaoli, pittrice, artista digitale e influencer; Song Ting, artista NFT e studiosa delle antiche tradizioni pittoriche cinesi. Numerosi studenti del Beijing Institute Fashion Technology, progetto Weak Entity Virtual Fashion Series.  Liu Jiaying (Crypto ZR), crypto artista e fondatrice di società blockchain.che continuerà anche in futuro in versione cloud.

Genki a cura di Angelo Maggi e di Fu Sen presenta le ricerche sviluppate congiuntamente da professori, studenti e artisti di Università di diverse parti del mondo, ed è stato promosso dall’ Università IUAV di Venezia e dalla Scuola di Dottorato di Storia delle Arti dell’Università Cà Foscari di Venezia.

Durante i mesi di apertura dell’esposizione si susseguiranno eventi di numerosi artisti che popoleranno i metaversi, mondi virtuali paralleli, offrendo nuove possibilità di interazione sociale. 

Genki è un concetto filosofico antico in Cina che rappresenta l’energia vitale che genera ogni cosa. Essere Genki significa dare il meglio di se stessi e creare un legame positivo con le persone. Lo studio del Genki si riferisce alla percezione umana della natura e del mondo, può, quindi, contribuire a far comprendere il legame tra il mondo fisico e il mondo virtuale?


MOSTRA
1° Annual METAVERSE Art @ VENICE
gEnki
a cura di Angelo Maggi e Fu Sen
27.04.2022 > 23.11.2022

IDEAZIONE e ORGANIZZAZIONE
Victoria Lu
CURATORE TECNICO
Richard Juang

COMITATO SCIENTIFICO
Phd. Angelo Maggi, Fei Jun, Xue Lei, Popil and Chen Xu.

PATROCINI E PROMOTORI
Università IUAV, Venezia  
Scuola di Dottorato di Storia delle Arti, Università Ca’ Foscari, Venezia
Qingdao Wanmei Shengshi Technology Information Co., Ltd
Huahan International Culture Development Company

PROGETTO DI ALLESTIMENTO
Studio di Architettura andreanalesso – Padova

SITO WEB
www.annualmetaverseart.com

SOCIAL
Instagram @annualmetaverseart

DOVE
Spazio Thetis – Officina Lamierini e Tesa 106
Arsenale Nord, Venezia
Vaporetto linea 4.1- 4.2 – 5.1- 5.2 Fermata: Bacini

ORARI DI VISITA
Dal martedì alla domenica (lun chiuso) dalle 10 alle 18

Ufficio stampa nazionale e PR
FG Comunicazione – Venezia
Cristina Gatti
Tel (39) 338 6950929
Email cristina.gatti@fg-comunicazione.it

Ufficio stampa internazionale
Megawatts Communications
Liz Chu
Email 380132079@qq.com

Bologna: 42° ANNIVERSARIO DELLA STRAGE DI USTICA. Attorno al Museo

Ricorre il 27 giugno 2022 il quarantaduesimo anniversario della Strage di Ustica, che causò la morte di 81 persone in viaggio tra Bologna e Palermo su un DC9 della compagnia Itavia, in una sera di inizio estate del 1980, durante un episodio di guerra aerea, come ricordato dal Giudice Rosario Priore nella sua sentenza ordinanza del 1999.

Anche nel 2022 l’Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica è impegnata da una parte nella costante richiesta alla Magistratura di concludere le indagini – riaperte nel 2008 dopo che il Presidente Cossiga aveva attribuito alla Francia la responsabilità della tragedia – e indicare i colpevoli, dall’altra nel tener viva la memoria attingendo alle più varie espressioni dei linguaggi artistici contemporanei, a partire da un luogo di riferimento: il Museo per la Memoria di Ustica di Bologna.

42° ANNIVERSARIO DELLA STRAGE DI USTICA

Attorno al Museo
Spettacoli, concerti, performance ed eventi

Parco della Zucca, via di Saliceto 3/22 Bologna
27 giugno – 10 agosto 2022
attornoalmuseo.it

Un momento della conferenza stampa. Foto Matteo Rinaldi

Ancora una volta, questa estate, lo spazio che ospita il relitto e l’installazione permanente A proposito di Ustica di Christian Boltanski è al centro degli eventi della rassegna Attorno al Museo, che prende avvio lunedì 27 giugno e si svolge fino al 10 agosto 2022 nel Parco della Zucca (via di Saliceto 3/22, Bologna).
Si conferma, come negli ultimi anni, la scelta di includere nel programma opere prime originali che sappiano attrarre e coinvolgere le generazioni più giovani, che dei fatti storici non possono avere conoscenza diretta. L’edizione di quest’anno, inoltre, vuole ricordare Christian Boltanski, scomparso il 14 luglio 2021.

Il 27 giugno, alle ore 11, le celebrazioni si apriranno a Palazzo d’Accursio con l’incontro dei parenti delle vittime della strage e il Sindaco di Bologna Matteo Lepore per poi proseguire al Museo per la Memoria con due installazioni artistico-performative.

La prima, ZULU TIME – Concerto Fantasma, visibile nel Parco della Zucca alle ore 21.30, è ideata dall’artista Alessandro Di Pietro, curata da Lorenzo Balbi e realizzata in collaborazione con il MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna. L’opera è un ambiente installativo e performativo concepito per il Museo per la Memoria di Ustica: tre grandi schermi di tessuto catarifrangente all’esterno dell’edificio fanno da palco a un concerto senza musicisti. La composizione musicale, curata da Matteo Nobile, viene trasmessa dagli speaker e richiama il relitto custodito nel museo, mentre un pubblico composto da pezzi di americane sui quali sono montate delle teste mobili luminose ricorda i fari che, la notte della strage, illuminavano la superficie del mare in cerca dei corpi dei passeggeri. L’opera viene presentata da Lorenzo Balbi, direttore MAMbo, e Daria Bonfietti, presidente Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica, lunedì 27 giugno alle ore 21.30, alla presenza dell’artista.

La seconda installazione, intitolata Missing, è visibile dalle ore 19 del 27 giugno al Centro Sociale “Antonio Montanari”ed è curata da Bruno Cappagli, direttore artistico e regista de La Baracca – Teatro Testoni Ragazzi. Il progetto, un’opera di arte agita dedicata a Christian Boltanski, coinvolge quindici studenti e studentesse del Liceo Scientifico “Niccolò Copernico” di Bologna che dedicheranno parole, pensieri, ricordi all’artista prematuramente scomparso il 14 luglio 2021.  

Il successivo appuntamento della rassegna è previsto per mercoledì 6 luglio alle ore 21.15 nel Parco della Zucca: si tratta del reading di un testo originale di Massimo Cirri e Laura CurinoLontano, intorno alle migrazioni sanitarie, interpretato dagli autori. Il testo affronta il tema dei viaggi da una regione all’altra per motivi di salute e ricorda i passeggeri che si trovavano sul DC9 Itavia il 27 giugno 1980 per rientrare a casa dopo un periodo di cura nelle regioni del Nord. Una registrazione audio dello spettacolo sarà trasmessa il 26 giugno alle ore 17 su Rai Radio 3, all’interno della trasmissione “Pantagruel”.

Il mercoledì successivo, 13 luglio, alle ore 19.30, la rassegna si spinge nei territori della danza con The Fall, opera originale creata ed eseguita dai coreografi e danzatori di fama internazionale Joy Alpuerto Ritter Hannes Langolf, componente della compagnia DV8 Physical Theatre. I due artisti indagano i concetti di vulnerabilità e fallimento, in una dialettica intima ma esplosiva, che travolge chi assiste come un richiamo ancestrale. Lo spettacolo è realizzato in collaborazione con ERT Emilia Romagna Teatro Fondazione / Teatro Nazionale e inserito nella rassegna Carne, focus dedicato alla drammaturgia fisica curato da Michela Lucenti.

Giovedì 14 luglio alle ore 21.15, in occasione del primo anniversario dalla scomparsa di Christian Boltanski, l’Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica lo ricorda con una drammaturgia originale di Elena Bucci, scritta a partire dal libro Il nascondiglio di Christophe Boltanski (nipote dell’artista), che narra una storia basata sulle memorie di famiglia. Entrando in casa Boltanski non si cerca di stabilire un rapporto di causa-effetto tra biografia ed opera d’arte, ma di conoscere l’artista sia come genio solitario che come cassa di risonanza di vite e storie rimaste senza voce. La serata sarà aperta da un intervento di Christophe Boltanski.

Nella data successiva, mercoledì 20 luglio alle ore 21.15, si rinnova la collaborazione di Attorno al Museo con Bologna Jazz Festival grazie alla quale lo spazio antistante al Museo per la Memoria di Ustica ospiterà Tasti dedicati. Concerto per la Memoria, interpretato da due pianisti: Rita Marcotulli e Dado Moroni. I due musicisti racconteranno l’amore per la grande tradizione afroamericana unito alle radici centenarie della musica europea dalle foreste della Scandinavia alle spiagge del Mediterraneo, con tasti dedicati non solo ai grandi compositori della storia del jazz, ma anche e soprattutto, alla memoria di quanto avvenuto nei cieli e nel mare di Ustica.

Ultimo appuntamento del mese, mercoledì 27 luglio alle ore 21.15, con Lella Costa e il suo reading Stanca di guerra, scritto nel 1996 e tornato prepotentemente di attualità. Sembra sempre che ci sia qualcosa per cui è indispensabile farla, la guerra, che sia la libertà, la giustizia, l’onore, le proprie idee. Ma cosa c’è dentro la guerra, che la rende così terribile, invincibile e insieme imprescindibile?

La rassegna al Parco della Zucca si conclude, come da tradizione, il 10 agosto alle ore 21.15 con La Notte di San Lorenzo a cura di Niva Lorenzini e Filippo Milani, incentrata quest’anno sulla figura di Pier Paolo Pasolini, dal titolo Come un animale senza nome. La drammaturgia e la messa in scena saranno affidati all’attore Lino Musella, accompagnato dalle musiche di Luca Canciello.

Giovedì 15 e venerdì 16 settembre Christian Boltanski sarà ancora ricordato presso il Centro Internazionale di Studi Umanistici Umberto Eco, con una giornata di studi dal titolo Christian Boltanski: Arte e Memoria, a cura della Prof.ssa Patrizia Violi.

Anche quest’anno, per l’anniversario della strage di Ustica, l’Associazione Parenti delle Vittime e Tper hanno rinnovato la loro consolidata collaborazione per dare visibilità e diffusione agli eventi programmati per mantenere viva l’attenzione sulla memoria e sulla ricerca della verità.
Tper ha promosso la decorazione di un proprio autobus con la grafica e le immagini del manifesto dell’Associazione. Il mezzo circolerà per le strade cittadine svolgendo servizio sulle linee urbane di Bologna nei mesi estivi, lungo tutta la durata degli eventi – spettacoli, concerti e performance – previsti in cartellone.

In occasione della rassegna, il Museo per la Memoria di Ustica osserva aperture straordinarie:
27 giugno 2022 ore 11-14 e 19-24
6 luglio 2022 ore 20-23
13 luglio 2022 ore 18.30-21.30
14, 20, 27 luglio 2022 ore 20-23
10 agosto 2022 ore 20-23

Visite guidate gratuite
 a cura del Dipartimento educativo MAMbo si svolgeranno il 6, 14, 20 e 27 luglio, alle ore 20. L’ingresso al museo è sempre gratuito.

L’ingresso agli eventi è a offerta libera, tranne dove diversamente indicato.

La rassegna Attorno al Museo è promossa da Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica, con Regione Emilia-RomagnaAssemblea Legislativa della Regione Emilia-RomagnaIstituzione Bologna Musei | MAMbo – Museo d’Arte Moderna di BolognaComune di Bologna – Quartiere NavileBologna Città della Musica UNESCO e fa parte di Bologna Estate 2022, il cartellone di attività promosso da Comune di Bologna e Città metropolitana di Bologna – Territorio Turistico Bologna-Modena.
Main media partner Rai Radio 3
Patrocinio Rai
Main sponsor Gruppo Unipol
Si ringraziano TperLegacoop BolognaGruppo HeraCoop Alleanza 3.0.
I progetti sono realizzati in collaborazione con CronopiosOfficina ImmagineBologna Jazz FestivalERT / Teatro NazionaleLe Belle BandiereLa Baracca Testoni RagazziCentro Sociale “Antonio Montanari”.

PROGRAMMA SINTETICO


Lunedì 27 giugno 2022

ore 19 / 20 / 21 / 22 (Centro Sociale “Antonio Montanari”)
MISSING
DEDICATO A CHRISTIAN BOLTANSKI

installazione di arte agita
a cura di Bruno Cappagli
con gli studenti del Liceo Scientifico “Niccolò Copernico” di Bologna

ore 21.30 (Parco della Zucca)

ZULU TIME – Concerto Fantasma
installazione di Alessandro Di Pietro
musica di Matteo Nobile
a cura di Lorenzo Balbi
in collaborazione con MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna
presentazione a cura di Lorenzo Balbi e Daria Bonfietti alla presenza dell’artista

Mercoledì 6 luglio 2022 ore 21.15
LONTANO. INTORNO ALLE MIGRAZIONI SANITARIE
di Massimo Cirri e Laura Curino
con Laura Curino e Massimo Cirri
musica dal vivo eseguita da Roberto Passuti Giacomo Bertocchi

Mercoledì 13 luglio 2022 ore 19.30

THE FALL
ideazione, coreografie e performer Joy Alpuerto Ritter e Hannes Langolf
spettacolo presentato nell’ambito della rassegna CARNE, focus dedicato alla drammaturgia fisica curato da Michela Lucenti per ERT / Teatro Nazionale
*spettacolo a pagamento
per informazioni:
emiliaromagnateatro.vivaticket.it/it/event/the-fall/182277

Giovedì 14 Luglio 2022 ore 21.15
IL NASCONDIGLIO
di Christophe Boltanski
adattamento drammaturgico di Elena Bucci
con Elena Bucci
introduzione a cura dell’autore

Mercoledì 20 Luglio 2022 ore 21.15
TASTI DEDICATI – Concerto per la Memoria
Rita Marcotulli, pianoforte
Dado Moroni, pianoforte
in collaborazione con Bologna Jazz Festival
*spettacolo a pagamento
per informazioni: bolognajazzfestival.com

Mercoledì 27 Luglio 2022 ore 21.15
STANCA DI GUERRA
reading tratto dall’omonimo spettacolo del 1996
con Lella Costa

Mercoledì 10 Agosto 2022 ore 21.15
LA NOTTE DI SAN LORENZO
a cura di Niva Lorenzini
con la collaborazione di Filippo Milani
COME UN ANIMALE SENZA NOME
con Lino Musella
musiche di LUCA CANCIELLO


Maggiori informazioni:
www.attornoalmuseo.it
www.associazioneparentiustica.it
www.mambo-bologna.org/museoustica

Elisa Maria Cerra – Silvia Tonelli
Ufficio Stampa / Press Office Istituzione Bologna Musei
Via Don Minzoni 14 | 40121 Bologna
Tel. +39 051 6496653 / 6496620
ufficiostampabolognamusei@comune.bologna.it
elisamaria.cerra@comune.bologna.it
silvia.tonelli@comune.bologna.it
www.museibologna.it
Instagram: @bolognamusei

Pisa, Museo della grafica: Conferenza “The role of photographic heritage in empowering communities’ participation in cultural heritage”

Il Museo della Grafica (Comune di Pisa, Università di Pisa) è lieto di invitarvi alla conferenza:

The role of photographic heritage in empowering communities’ partecipation in cultural heritage

Martedì 28 giugno 2022, ore 9:30

L’evento fa parte del progetto comunitario Citizen Heritage finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Erasmus+. Scopo del progetto è lo sviluppo di nuovi approcci per l’inclusione delle attività di ‘citizen science’ nei programmi di formazione universitaria per la ricerca e la valorizzazione del patrimonio culturale. La conferenza è focalizzata sul valore che il patrimonio fotografico può avere per la ricerca storica e umanistica.

Per ulteriori informazioni clicare il logo:

Museo della Grafica – Lungarno Galilei, 9 – Pisa
Tel. 050/2216060 (62-66-67)
E-mail: museodellagrafica@adm.unipi.it
www.museodellagrafica.sma.unipi.it

Ferrara: Grande successo per la XXVII edizione del Salone Internazionale del Restauro

Si è conclusa venerdì 10 giugno 2022 a Ferrara la XXVII edizione del Salone Internazionale del Restauro con un enorme successo di pubblico e di presenze prestigiose a livello nazionale e internazionale, tra le quali il MiC – Ministero della Cultura, con il saluto inviato dal Ministro Dario Franceschini durante l’inaugurazione, che ha sottolineato l’importanza del comparto restauro.

Il Salone Internazionale del Restauro è tornato nella storica sede di Ferrara Fiere dall’8 al 10 giugno 2022 con un programma ricco di novità e prestigiose partnership.

Economia, Conservazione, Tecnologie e Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali: questi sono i punti cardine di RESTAURO, prima e più importante manifestazione del settore presente fin dal 1991 nel panorama fieristico internazionale. Anche per il 2022 il Salone si è confermato il principale luogo d’incontro di un mondo fatto di aziende, istituzioni e ricerca che contribuiscono alla tutela della storia e alla valorizzazione della cultura tangibile; un momento di scambio e crescita di un settore imprescindibile per lo sviluppo economico e culturale italiano che guarda al futuro.

Alcune immagini a Ferrara della XXVII edizione del Salone Internazionale del Restauro


INFORMAZIONI UTILI:

EVENTO: RESTAUROSalone Internazionale dei Beni Culturali e Ambientali – XXVII Edizione
DATE: La XXVII edizione si è svolta dall’8 al 10 giugno 2022; la XXVIII edizione è prevista per la primavera 2023 (date da definire)
DOVE: Ferrara Fiere, Via della Fiera 11, Ferrara

CONTATTI
Organizzatore
Ferrara Fiere Congressi srl
Viale della Fiera 11
Ferrara
tel. +39 0532 900713
segreteria@ferrarafiere.it
info@salonedelrestauro.com

Sito: http://www.salonedelrestauro.com/new/it/home/
Facebook: https://www.facebook.com/salonedelrestauro
Twitter: https://twitter.com/salonerestauro
Instagram: https://www.instagram.com/salonedelrestauro/
Youtube: https://www.youtube.com/user/FieraRestauro
Linkedin: https://www.linkedin.com/company/salonedelrestauro/

UFFICIO STAMPA
CULTURALIA DI NORMA WALTMANN

Culturalia

051 6569105 – 392 2527126            
info@culturaliart.com
www.culturaliart.com
Facebook: Culturalia
Instagram: Culturalia_comunicare_arte
Linkedin: Culturalia di Norma Waltmann
Youtube: Culturalia

La Fondazione Carla Fendi main partner del Festival di Spoleto presenta ARTIFICIAL ARTECHNOLOGY

La Fondazione Carla Fendi, rinnovando il suo impegno per Spoleto 65 Festival dei 2Mondi presenta ARTIFICIAL ARTECHNOLOGY, un progetto che esplora un binomio già nell’interesse della Fondazione da alcune stagioni.

ARTE on the wall’. Sulla facciata del Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi l’ingrandimento di FRAMMENTO FATICA N.26 dell’artista DANIELE PUPPI. Un lavoro fotografico tridimensionale realizzato in 4 esemplari nel 2004 per la Lisson Gallery di Londra e ora in Collezioni Private.

SCIENZA nell’ex Battistero della Manna D’oro che ospiterà REALITY? installazione in realtà aumentata di GABRIELE GIANNI. Un’esperienza visiva e sonora che vuol far vacillare la percezione della realtà oggettiva in un luogo un tempo sacro, attraverso un misticismo “aumentato” dalla tecnologia.

Istallazione REALITI? di Gabriele Gianni

PREMIO CARLA FENDI STEM [science,technology,engineering,mathematics]Nella giornata conclusiva del Festival il riconoscimento è conferito all’astrofisica MARICA BRANCHESI per il contributo dato alla rilevazione delle onde gravitazionali.
La cerimonia avrà luogo sul palcoscenico del Concerto finale alla presenza del Maestro Antonio Pappano, del sindaco Andrea Sisti Presidente della Fondazione Festival, della direttrice artistica Monique Veaute e di Maria Teresa Fendi Presidente della Fondazione Carla Fendi.

La Fondazione Carla Fendi ospiterà a Palazzo Racani Arroni gli INCONTRI CON GLI ARTISTI che il Festival organizza durante i fine settimana dalle ore 11 alle 12.


Via Leonessa 28
00189 Roma 
Cell. +39 333 2447092
Tel. +39 06 3721872
info@nicoufficiostampa.it
www.nicoufficiostampa.it

A Milano l’arte visiva e il suono si incontrano per creare un’esperienza immersiva e meditativa memorabile

𝘓’𝘈𝘳𝘵𝘦 𝘝𝘪𝘴𝘪𝘷𝘢 & 𝘪𝘭 𝘚𝘶𝘰𝘯𝘰 𝘴𝘪 𝘪𝘯𝘤𝘰𝘯𝘵𝘳𝘢𝘯𝘰 𝘱𝘦𝘳 𝘤𝘳𝘦𝘢𝘳𝘦 𝘶𝘯’𝘦𝘴𝘱𝘦𝘳𝘪𝘦𝘯𝘻𝘢 𝘪𝘮𝘮𝘦𝘳𝘴𝘪𝘷𝘢 𝘦 𝘮𝘦𝘥𝘪𝘵𝘢𝘵𝘪𝘷𝘢 𝘮𝘦𝘮𝘰𝘳𝘢𝘣𝘪𝘭𝘦 …


Hai mai sognato di assistere ad un concerto all’interno di un’opera d’arte? Se si, questo evento è per te!

Il concerto meditativo avrà luogo a Jardino, dove è stata allestita l’installazione immersiva ” MU, 無 Tempio Sensoriale ” dall’artista Ambre Cardinal. MU, 無 è un invito alla connessione spirituale tramite l’esperienza di un viaggio sensoriale attraverso la stimolazione di tutte le nostre porte sensoriali…

Il concerto meditativo è un’esperienza di ascolto e rilassamento in cui i partecipanti sono accompagnati in un viaggio alla scoperta di sé attraverso il suono di gong, arpe angeliche e altri strumenti ancestrali. Le vibrazioni permettono di raggiungere un profondo stato meditativo, fuori dal tempo, in cui tutte le cellule sono delicatamente massaggiate dal suono mentre la mente è libera di alleggerirsi e dare nuova luce a ricordi ed emozioni.

L’esperienza è condotta da Fabio Vescarelli di GONG whisper, musicista, gong master, ricercatore del suono.

𝙈𝙖𝙩𝙚𝙧𝙞𝙖𝙡𝙚 𝙣𝙚𝙘𝙚𝙨𝙨𝙖𝙧𝙞𝙤: vestiti comodi, eventuale cuscino alto da meditazione – l’evento si svolgerà seduti 

A fine concerto sarà offerto un piccolo rinfresco da condividere. 

I posti sono limitati. Sono stati organizzati due turni ed è necessario compilare il modulo di prenotazione per partecipare:

Dalle 18:30 alle 20:00: https://bit.ly/3O4uMob
Dalle 21:00 alle 22:30: https://bit.ly/3HxcUQl

Contribuito: 25€

Grazie e presto !

ARTISTICO premia la ricerca dell’artista Veronica Gaido durante la Design Week di Milano 2022

Artistico, piattaforma per l’arte moderna e contemporanea, continua nel suo percorso di valorizzazione dell’arte e degli artisti premiando la ricerca di Veronica Gaido in occasione della sua mostra personale Dedalo e altre storie presentata durante la Design Week 2022 presso gli spazi di STILL Fotografia a Milano.

La mostra è dedicata ai cantieri navali Sanlorenzo, oltre a una selezione speciale di progetti personali dell’artista: quaranta immagini che raccontano la storia dei Cantieri Sanlorenzo, poste in dialogo con la città di Venezia e alla sua millenaria tradizione di regina dei mari. Veronica Gaido ritrae forme in costante mutazione, grazie a una ripresa in movimento, che attraggono l’occhio del visitatore e contemporaneamente lo ingannano. L’iniziale certezza, indotta dalla rassicurante emozione del riconoscimento, svanisce e lascia spazio alla nostra immaginazione.

ARTISTICO è una piattaforma per acquistare, collezionare, scambiare, rivendere frazioni di opere d’arte fisiche, creando, così, un mercato dell’arte accessibile a tutti, trasparente e democratico, e promuovendo opere con un reale valore accertato, certificate per autenticità e provenienza, sempre raggiungibili e fruibili al pubblico. Ideatrice di questa nuovissima startup è Margherita Giannotti -26 anni, laurea in Media e Communication alla Goldsmiths University e master al King’s College di Londra, con varie esperienze in terra inglese in comunicazione, marketing e social media- che ha voluto fondere le competenze nel digitale e nella comunicazione alla passione per l’arte dando vita, insieme al suo team, ad Artistico.

Ogni opera viene selezionata da Artistico attraverso un team di esperti nel settore dell’arte contemporanea e in quello del mercato, i quali portano avanti, in modo continuativo, un’attenta ricerca di artisti affermati ed emergenti scelti in base al loro percorso artistico, alla collocabilità e vendibilità delle loro opere e alla prospettiva di incremento di valore. Inoltre ogni opera esce dal semplice circolo privato ed esclusivo per divenire bene comune accessibile a tutti attraverso la proprietà condivisa e l’affido in custodia ad enti pubblici o privati, gallerie d’arte, musei, fondazioni, aziende o complessi monumentali che ne assicurano la promozione e la visibilità e ne valorizzano gli aspetti economici e culturali; mentre l’autenticità e l’origine di ogni opera vengono garantite direttamente dagli artisti, da gallerie e advisor qualificati.

Vogliamo contribuire ad una diffusione della cultura dell’arte, -afferma Margherita- all’educazione di un collezionismo appassionato, maturo, informato e capace di scelte consapevoli e al consolidamento di una community di figure professionali etiche e responsabili. Artistico crede nel valore della cultura e della bellezza, sostiene l’arte quale patrimonio della collettività, stimolando la valorizzazione di artisti storicizzati ed emergenti e promuovendo le ricerche più sperimentali.

Artistico è online su: www.artistico.live

Veronica Gaido – Note biografiche

Veronica Gaido nasce a Viareggio nel 1974 e muove i primi passi nel mondo fotografico ancora adolescente, trasferendosi prima a Milano, dove studia all’Istituto Italiano di Fotografia e poi nelle grandi metropoli per ampliare le sue esperienze frequentando workshop formativi. Nel 2001 collabora con la Biennale di Venezia di Harald Szeemann per il bunker poetico di Marco Nereo Rotelli. Nell’agosto del 2002 tiene la sua prima mostra Sabbie Mobili nello spazio di Massimo Rebecchi a Forte dei Marmi, curata da Maurizio Vanni. Oltre al lavoro professionistico di fotografo, la Gaido ha esplorato nuove prospettive utilizzando un drone per riprese aeree dedicandosi alla creazione di un video per la Fondazione Henraux, presentato alla Triennale di Milano nel 2012. Nello stesso anno la fotografa fa parte della giuria “Premio Fondazione Henraux”, presieduta da Philippe Daverio, creando il progetto Awareness of Matter. Nel 2013 realizza un tour tra India e Bangladesh che porta al progetto Atman curato da Enrico Mattei e Roberto Mutti. Espone a Pietrasanta, Milano, Londra e Parigi. Dal 2014 si dedica al progetto Mogador interamente realizzato nel porto di Essaouira in Marocco. Al termine delle lavorazioni, la Gaido espone nel 2017 il suo lavoro con Vito Tongiani a Rabat, Essaouira e Siviglia. Le serie Aphrodite, 2017, e Invisible Cities, 2013-2018, sono state esposte nel 2019, a Roma al museo S.Salvatore in Lauro. Il progetto Dedalo è stato presentato alla Casa dei Tre Oci a Venezia, in contemporanea con la Biennale del 2021.


ARTISTICO

Margherita Giannotti – Co-founder & Head of Marketing Mario Giannotti – Co-founder & CFO
Roberta Melasecca – Press Office & Art Curator
Luca Acerbi – Creative Director
Stefanos Vladimir – CTO
Giacomo Sarzanini – Community Manager

Contatti

Artistico
info@artistico.live
Tel. +39 3314417005
www.artistico.live

Ufficio Stampa
Roberta Melasecca

roberta.melaseccapressoffice.it
roberta.melasecca@gmail.com
tel. +39 3494945612
www.melaseccapressoffice.it

Roma, Palazzo Bonaparte: Si aprono gli “Stati Generali Mondo Lavoro della Cultura” > 21 – 24 giugno 2022

Il 6 giugno 2022, presso la Sala Laudato Sì del Comune di Roma, si è svolta la conferenza stampa di presentazione degli Stati Generali Mondo Lavoro della Cultura.

Gli Stati Generali Mondo Lavoro della Cultura tornano dopo il successo della prima edizione svoltasi a Parma, capitale della cultura nel 2021 dal 21 al 24 giugno 2021 con protagonisti 40 relatori seguiti da oltre 5 mila spettatori presenti sulle piattaforme di streaming social.
Rivolto principalmente ad aziende di settore, manager, OOSS, istituzioni, imprese, mondo della formazione, professionisti, ricercatori e studenti, il convegno utilizzerà l’argomento “Cultura” per favorire un costruttivo confronto sui temi più rilevanti ed urgenti del dibattito contemporaneo: rilancio della cultura, nuove competenze, FinTech (TecnoFinanza), musei, arte, nuovo mecenatismo e città d’arte.

Con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Roma e della Fondazione Federico II di Palermo, questa seconda edizione degli Stati Generali Mondo Lavoro della Cultura è organizzata in collaborazione con Arthemisia e con il sostegno di Generali Valore Cultura, si svolgerà a Palazzo Bonaparte di Roma (Piazza Venezia 5) a partire da martedì 21 fino a venerdì 24 giugno 2022.

Saranno quattro giornate, con meeting quotidiani in presenza, che avranno come oggetto le tematiche inerenti al mondo del lavoro della cultura, un asset fondamentale per l’Italia, che verrà analizzato sotto tutti i suoi aspetti differenti ed ogni possibile coinvolgimento.

L’inaugurazione dell’evento avverrà nella mattinata di martedì 21 giugno.
Protagoniste saranno le istituzioni nazionali e del territorio che si confronteranno sull’importanza della cultura come perno per il rilancio del paese.
Nel meeting pomeridiano si incontreranno cultura e competenze e verranno analizzati metodi e procedure con cui operare per sostenere il rilancio del settore.

Nella seconda giornata di mercoledì 22 giugno l’attenzione si sposterà sul FinTech, un tema sempre più fondamentale in ambito a artistico-culturale. Interverranno alcuni tra i maggiori esperti in materia che svilupperanno approfonditamente come il FinTech possa assumere un’importanza e un peso, ormai indispensabili, come volano per lo sviluppo dell’arte e delle attività ad essa collegate. Nel pomeriggio si parlerà invece di un asset molto importante per il nostro paese, ovvero quello dei musei. Protagonisti di questo meeting i direttori di alcuni importanti musei d’Italia che parleranno della propria esperienza e delle iniziative intraprese per supportare il rilancio del settore artistico- culturale.

Giovedì 23 giugno sarà la volta del movimento dell’arte in Italia, dove interverranno alcuni dei nuovi artisti emergenti per parlare dei loro progetti e illustrare l’essenza dei movimenti artistici contemporanei.
Nel secondo appuntamento di giornata si parlerà di nuovo mecenatismo, ovvero quanto sia importante per le aziende investire nell’arte e i vantaggi che ad esse ne possano derivare.

Gli “Stati Generali Mondo Lavoro della Cultura” si concluderanno venerdì 24 giugno con il meeting dedicato alla divulgazione della cultura italiana, in cui importanti divulgatori culturali parleranno di come la cultura possa essere un’importante leva per gli investimenti e per l’occupazione.
La cerimonia di chiusura dell’evento si svolgerà nell’incontro pomeridiano dedicato a sindaci e assessori alla cultura delle più importanti città d’arte italiane che si confronteranno su progetti e idee di sviluppo culturale.

Tra i protagonisti di questa seconda edizione: Miguel Gotor, Assessore alla Cultura del Comune di Roma, le senatrici Nunzia Catalfo, Valeria Fedeli e Michela Montevecchi, Roberto Giacobbo, conduttore televisivo, giornalista e scrittore, Maria Pia Ammirati, Direttrice RAI Fiction, Livia Turco, Presidente Istituto Romano San Michele e Presidente fondazione Nilde Iotti, Dario Nardella, Sindaco di Firenze con un contributo video, Monica Guerritore, attrice e scrittrice, Patrizia Monterosso, Direttore Generale Fondazione Federico II, Domenico De Masi, Sociologo del Lavoro e Francesco Giambrone, Sovrintendente Teatro Opera di Roma.


Sede
Palazzo Bonaparte
Piazza Venezia, 5 – Roma

Date
21 – 24 giugno 2022

Modalità di partecipazione
Diretta on line
(10.00 – 12.00 e 15.00 – 17.00)

on line dai profili degli Stati Generali Mondo Lavoro:
www.youtube.com/channel/UCAO2a9caf2FuM-RHesKxosg www.facebook.com/statigeneralimondolavoro

Gli eventi sono gratuiti e accessibili al pubblico con iscrizione entro le ore 9:00 del 21 giugno www.eventbrite.it/o/stati-generali-mondo-lavoro-31055707803

Informazioni
www.statigeneralimondolavoro.it

Uffici stampa
Stati Generali Mondo Lavoro

direzione@italpress.com

Arthemisia
Salvatore Macaluso | sam@arthemisia.it
T. +39 06 69380306

Relazioni esterne Arthemisia
Camilla Talfani
M. +39 335 7316687 | +39 345 7503572

Venezia, Ca’ Foscari: LAST WHISPERS di Lena Herzog ad ART NIGHT

Direzione scientifica prof. Silvia Burini
Coordinamento dott. Angela Bianco

Sabato 18 giugno 2022 il brivido blu percorrerà Venezia con la ripartenza di Art Night. Giunta alla sua undicesima edizione, la manifestazione è ideata e coordinata dall’Università Ca’ Foscari Venezia in collaborazione con il Comune di Venezia, musei, istituzioni culturali, teatri, librerie, gallerie, con eventi gratuiti in tutta la città, coinvolgendo un totale di oltre 119 le istituzioni partecipanti.

Nell’ambito della programmazione dell’Ateneo veneziano ci sarà un finale di alto livello artistico e ricco di contenuti tutti da comprendere e approfondire. Nel cortile principale di Ca’ Foscari alle ore 22.30 e 23.30 con l’installazione audio visiva ambientale site specific in esclusiva per Art Night Venezia Last Whispersdi Lena Herzog, promosso da UNESCO. Lena Herzog è una fotografa e un’artista americana, multidisciplinare e concettuale, di origini russe che vive a Los Angeles. Il suo lavoro, riconosciuto a livello internazionale, affronta i temi della ritualità e del gesto, della perdita e della dislocazione. Il suo approccio nasce dall’intersezione tra arte e scienza, intese sia come oggetto di studio che come processo.

Installazione immersiva presso CFZ Cà Foscari Zattere

Ca’ Foscari ospita a CFZ il suo progetto presentato per la prima volta in Italia Last Whispers: Immersive Oratorio for Vanishing Voices, Collapsing Universes and a Falling Tree, incentrato sulla tematica dell’estinzione di massa delle lingue, a cura di Silvia Burini, Maria Gatti Racah, Giulia Gelmi, Anastasia Kozachenko-Stravinsky (Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali – DFBC). Il progetto è articolato in due momenti distinti: un’installazione site-specific nel cortile centrale di Ca’ Foscari e un’esperienza in realtà virtuale completamente immersiva, che potrà essere sperimentata presso la Tesa 1 di CFZ tra le 18.00 e le 23.30.

Durante la serata sarà anche possibile accedere alle visite guidate organizzate da CFTour Gli ospiti saranno guidati dagli studenti collaboratori alla scoperta di alcune tra le più importanti location dell’Ateneo. Ca’ Dolfin, dove si potrà ammirare l’Aula Magna Silvio Trentin, e Ca’ Foscari, in particolare l’Aula Mario Baratto affacciata sul Canal Grande. Le visite saranno prenotabili inviando una mail a cafoscaritour@unive.it e avranno i seguenti orari: ore 18.30 Tour Aula Baratto ore 18.45 Tour Ca’ Dolfin ore 19.30 Tour Aula Baratto ora 19.45 Tour Ca’ Dolfin. 
Il brivido blu di Art Night percorrerà per tutta la sera e la notte le istituzioni partecipanti con un programma ricchissimo consultabile sul sito www.artnightvenezia.it


Università Ca’ Foscari Venezia
Ufficio Comunicazione e Promozione di Ateneo
Settore Relazioni con i media

Federica Ferrarin (Referente di settore): Tel 366 6297904 – 335 5472229
Enrico Costa: Tel. 337 1050858
Paola Vescovi (Direttrice): Tel. 366 6279602 – 339 1744126

Email: comunica@unive.it
Le news di Ca’ Foscari: news.unive.it

FG COMUNICAZIONE – Venezia Davide Federici
info@fg-comunicazione.it
+39 331 5265149
www.fg-comunicazione.it

Bologna-Raticosa: parte la 34esima edizione del Campionato Italiano per auto storiche a Pianoro Vecchio

La celebre Scuderia Bologna Squadra Corse, da sempre presieduta dall’imprenditore Francesco Amante, annuncia la 34a edizione della Bologna-Raticosa – Gara di Velocità in Salita per Auto Storiche. La manifestazione sportiva, organizzata la prima volta nel 1926, è iscritta dal 2007 al Campionato Italiano, sotto l’egida di AciSport.

34° Cronoscalata Bologna-Raticosa
dedicata a Odoardo “Dino” Govoni
17/18/19 giugno 2022

La manifestazione si svolgerà nei giorni 17, 18 e 19 giugno 2022 con la partecipazione di oltre 100 iscritti tra vetture storiche, moderne e auto d’epoca, un numero che rappresenta il più cospicuo tra le gare di Campionato del 2022 disputate fino ad oggi. Le auto percorreranno il famoso tratto della ex Strada Statale 65, ora Provinciale della “Futa” tra Pianoro Vecchio e Livergnano per una lunghezza di 6,210 km, grazie alla gentile concessione del percorso da parte dell’Anas.

Dopo le restrizioni del 2020 e 2021 in regime di protocollo Covid, che hanno imposto di riunire tutte le auto in un unico grande Paddock, nel 2022 si ritorna alle aree consuete del Treno Azzurro e della stazione ferroviaria. Sarà un vero museo a cielo aperto di auto che rappresenteranno le più importanti marche e modelli fino agli anni ’90.
I piloti di Scuderia Bologna Corse saranno 33 e si posizioneranno nell’area del Supermercato IN’S.

L’edizione di quest’anno sarà dedicata a Odoardo “Dino” Govoni, scomparso recentemente.Vincitore di numerosi titoli italiani ed europei, Govoni aveva iniziato a correre alla Mille Miglia del 1952 su Fiat 1100. Passò poi alla Maserati vincendo il Trofeo della Montagna – categoria Sport dal 1958 al 1961.  Nel 1975 si classificò primo al Campionato europeo pista e salita GT 3000. Nel 1978, 1980 e 1981 fu nuovamente primo nella Coppa C.S.A.I. GR.4 oltre 3000. Partecipò a quattro “vere” Mille Miglia, arrivando ventesimo assoluto e quarto di classe in quella del 1957.

Edoardo Dino Govoni

In seguito al successo degli anni precedenti, in cui la Scuderia Bologna Squadra Corsa si è dimostrata coraggiosa nell’affrontare le stagioni anomale dovute all’incertezza pandemica, l’anno 2022 si presenta per il club bolognese carico di aspettative. Questa edizione conferma la partecipazione di un ristretto numero di auto moderne da corsa e la possibilità, per alcune auto d’epoca, di salire con la formula della parata ben quattro volte, due nei giorni di sabato e due domenica, lungo il percorso chiuso al traffico, cogliendo l’occasione di provare una rara ebrezza, in un tracciato che l’organizzazione cura con particolare attenzione sotto il profilo della sicurezza e dell’accoglienza.

Bologna Raticosa – Francesco Amante – Foto di Nicola Biondo

La gara è l’emblema della bellezza e di quella progettazione ingegneristica che sfida le leggi dell’aerodinamica, senza mai togliere l’attenzione all’eleganza delle forme, divenendo la sintesi perfetta tra gusto e potenza dei motori: così la tradizione continua nel tempo.

Quest’anno la sfida per il podio più alto sarà tra le Osella e le Porsche 911. Interessante la competizione tra le varie BMW M3 che ricorda le sfide dei DTM degli anni Novanta. Un’altra sfida rilevante sarà tra le GTAM di Enrico Zuchetti, Fosco Zambelli e Stefano Roversi.

PROGRAMMA

  • Venerdi’ 17 giugno dalle ore 15:00 alle 19:30: verifiche tecniche e sportive presso il Comune di Pianoro in piazza in piazza dei Martiri 1;
  • Sabato 18 giugno dalle ore 13:30: salita in parata delle auto d’epoca; dalle 14.00: due salite delle auto storiche e delle auto moderne;
  • Domenica 19 giugno alle ore 8.30: salita in parata delle auto d’epoca; alle ore 9.00: inizio della gara con due salite.

Mezz’ora prima delle prove di sabato e della gara di domenica, sarà consentita la salita a circuito chiuso a uno stretto numero di auto d’epoca che sfileranno in Parata.

Al termine della gara, dalle ore 15.00, si svolgerà la premiazione presso le tende di Scuderia Bologna nell’area antistante al Supermercato IN’S.

Bologna Raticosa – Stefano Peroni – Foto di Roberto Bastia

CENNI STORICI

La Bologna-Raticosa è stata la gara di velocità in salita più famosa organizzata nella Provincia di Bologna. Si corse per la prima volta nel 1926, e poi dal 1950 al 1954 e dal 1962 al 1969 con percorrenze diverse. Tutti i più grandi piloti di quegli anni parteciparono alla Bologna-Raticosa, come Enzo Seragnoli, Giovanni Bracco, Eugenio Castellotti, Odoardo Govoni, Hans Hermann, Johannes Ortner, Peter Schetty e molti altri.

Nel 2001, dopo 32 anni di assenza e grazie all’entusiasmo dell’imprenditore bolognese Francesco Amante, imprenditore appassionato da sempre di automobili storiche, si riorganizza la Raticosa “velocista” riservata alle auto storiche sul tratto Pianoro-Livergnano di 6,2 km fino al 2015.

Fino al 2006 la manifestazione è stata a invito. A partire dal 2007 l’edizione è stata iscritta a Campionato italiano, unica in Emilia Romagna, accogliendo una precisa richiesta da parte della C.S.A.I. (Commissione Sportiva Automobilistica Italiana).

Nel 2010 Bologna Corse ospitò la prima premiazione del Campionato Italiano Velocità in Salita per Auto Storiche.

Nel 2018, in occasione della 30a edizione, Francesco Amante con Carlo Dolcini hanno scritto il libro “Bologna Raticosa una storia di uomini e motori”, edito da Giorgio Nada editore.

Nel 2020, durante la pandemia, quando l’AciSport ha redatto il protocollo sanitario anti-Covid 19, chiese agli organizzatori chi fosse disponibile a proporre la propria gara e tre soci della Scuderia Bologna Corse organizzarono tre delle quattro gare del “mini Campionato”: la Bologna-Raticosa con Francesco Amante fu la prima gara che consentì la ripartenza.

Tutte le info e gli aggiornamenti sono disponibili sul sito della manifestazione www.velocitaraticosa.it e sulla pagina Facebook dedicata @Bologna – Raticosa: velocità in salita per auto storiche


INFORMAZIONI UTILI

34a Cronoscalata Bologna-Raticosa dedicata a Odoardo “Dino” Govoni
QUANDO: 17/18/19 giugno 2022
PERCORSO DI GARA: 6,2 km con partenza dal Bar Posta di Pianoro Vecchio ed arrivo a Livergnano.

Per ulteriori informazioni:
Email: info@scubosquadracorse.it
Tel: +39 051 3513615
Fax: +39 051 272630

Si ringrazia per la preziosa collaborazione, senza il cui apporto non si sarebbe potuto organizzare la gara: l’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna, l’Amministrazione Comunale di Pianoro nella persona della Sindaca Franca Filippini, la Direzione dell’Anas per la concessione della strada, la Città Metropolitana di Bologna, il Coni.
E ancora un ringraziamento alle aziende Carthesio, Centro Porsche Bologna, Confcommercio – Ascom Città Metropolitana di Bologna, L’Ora del Gallo, Lazzarone, Insmile, Supermercati IN’S, CEA, Edilpianoro, M.L. Costruzioni, Pianoro Sport Accademy, ZPS, le banche Azimut e Patrimoni Sella, Unipol Sai Assicurazioni, Volontari di Pianoro, Pubblica Assistenza di Pianoro, gli hotel Mediterraneo, Bellevue, Da Mario, Mediterraneo, Riz, degli Dei, Albergo Elena, i ristoranti Tentazioni, da Massimino, Lambertini, Villa Giulia, Fossolo Service, Marchesi, Lottini, Borelli Orlando, Autosoccorso Pianorese, Autofficina Marino Morotti, TT Car Service Loiano, Terzomillenio.

UFFICIO STAMPA
CULTURALIA DI NORMA WALTMANN

Culturalia

051 6569105 – 392 2527126                
info@culturaliart.com
www.culturaliart.com
Facebook: Culturalia
Instagram: Culturalia_comunicare_arte
Linkedin: Culturalia di Norma Waltmann
Youtube: Culturalia